Poco sale per le articolazioni

a dieta iposodica fa bene, non solo per gli ipertesi: fumare e consumare abitualmente cibi salati sembra raddoppi il rischio di artrite reumatoide.

Secondo uno studio svedese pubblicato sulla rivista Rheumatology seguire una dieta con troppo sale potrebbe far aumentare il rischio di artrite reumatoide nelle persone che fumano. I ricercatori hanno preso in esame 386 persone con artrite reumatoide e un gruppo di controllo con oltre 1.800 persone simili per caratteristiche. Sono state raccolte informazioni sulle abitudini alimentari negli anni che precedevano la comparsa dei sintomi della malattia e informazioni sullo stile di vita: in particolare sul fumo e sull’attività fisica. Dall’analisi dei dati è stata osservata solo nei fumatori una relazione tra elevato consumo di sale e sviluppo di artrite reumatoide. Fumare e consumare abitualmente cibi salati sembra raddoppi il rischio di artrite reumatoide.

Da ricordare
Il consumo eccessivo di sale ha effetti negativi sulla salute in particolare aumenta la pressione arteriosa e il conseguente rischio di malattie cardiovascolari.

Da fare
Il Ministero della Salute e l’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomandano di limitare il consumo di sale a 5 grammi al giorno, pari a circa un cucchiaino. Per abituarsi a consumare cibi meno saporiti si consiglia di procedere gradualmente. Una strategia efficace è quella di sostituire il sale con le spezie, così da rendere i piatti saporiti ma più salutari.

Leave a Reply