Spirulina Maxi 4×1: Come Funziona, Prezzo, Offerte, Opinioni e Recensione

Ad oggi, i prodotti naturali, che possono aiutare le persone a prevenire e combattere alcuni problemi, sono tantissimi. Infatti, in natura, per quel che riguarda erbe e piante officinali ed alghe esistono centinaia di rimedi contro numerosi problemi, che spesso si tende a risolvere con farmaci. Infatti, lo studio delle proprietà curative delle piante, ha radici molto molto antiche. In passato, di fatti l’uomo era sovente curare i propri malanni servendosi solo ed esclusivamente di erbe e piante officinali.

Spesso, quando si decide di intraprendere una dieta per perdere peso, si è costretti a fare tante rinunce e a doversi adattare a porzioni ridotte, il che non è un male, ma per chi è abituato a mangiare in grandi quantità può rappresentare un ostacolo per il successo della dieta. In commercio, esistono numerosi farmaci che promettono di aiutare chi intraprende la dieta, sotto questo aspetto, ma perché prendere farmaci quando è possibile sfruttare le proprietà naturali di un’alga, in particolare in commercio si trovano prodotti come Spirulina Maxi, con una formulazione totalmente naturale. Quest’alga, elemento costituente di questo prodotto, infatti è nota per le sue numerose proprietà benefiche. Quest’alga, quindi grazie alle proteine in essa contenute, aiuta a ridurre il senso di fame e ad aiuta l’efficienza del metabolismo, per coadiuvare il dimagrimento, senza dover fare troppe rinunce, come riporta il sito Green FVG. È il prodotto più consigliato dai medici per la sua composizione 100% di Spirulina. Più efficace rispetto ad ogni altro prodotto presente sul mercato.

Spirulina: l’alga dai mille e uno benefici

Spirulina maxi, è un prodotto strettamente consigliato, sia perché è tutto naturale che perché grazie alla sua formulazione è più efficace dei prodotti normalmente presenti sul mercato. Non aiuta solo a gestire meglio il metabolismo ma, come noto, essendo questo prodotto composto solo da alga spirulina, permette a chi lo assume di sfruttarne tutti gli altri benefici.

Come Rinforzare i Capelli: Prodotti, Integratori e Vitamine

I capelli che cadono possono rappresentare un vero problema, sia per gli uomini che per le donne. In alcuni periodi come il cambio di stagione, o in alucni momenti particolarmente stressanti, la caduta dei capelli è ritenuta normale. Ci sono però dei casi in cui può essere utile rafforzare la chioma, utilizzando integratori specifici e vitamine.

Caduta dei capelli: quando è normale e quando no

La scienza dice che, considerando un ciclo normale del capello, una caduta fino a 100 capelli al giorno è da ritenersi normale. Se invece la caduta è eccessiva, i capelli si indeboliscono e si assottigliano e non vengono rimpiazzati, si può ipotizzare uno stato disfunzionale, come un forte stress, una malattia autoimmune (generalmente disturbi alla tiroide) o l’intossicazione da alcune sostanze come ad esempio certi farmaci troppo aggressivi usati nelle terapie. La caduta è anche correlata al sesso e alla genetica. Le donne perdono statisticamente meno capelli degli uomini che, soprattutto a causa di elevati livelli di testosterone, ne sono più colpiti. Nei casi più estremi si può ricorrere anche al trapianto, ma prima di arrivare a questo stadio, molte sono le accortezze valide che si possono valutare. Vediamo allora come poter prendersi cura dei propri capelli grazie ad integratori e vitamine specifici.

Integratori per rafforzare i capelli: guida all’acquisto

Cominciamo parlando proprio degli integratori migliori per i capelli tra cui Foltina Plus. Il loro principio, come suggerisce il nome, si basa sul fatto che integrano eventuali carenze di sostanze nell’organismo. Sono molto utili anche dopo diete particolarmente rigide, che possono aver comportato la mancanza di alcuni nutrienti, o in momenti di scompensi come la menopausa. A seguire i migliori recensiti sul mercato.

UltraMetabolismo Sciroppo Dimagrante: Prezzo, Ingredienti, Come Funziona, la Recensione

Ultra Metabolismo è uno sciroppo 100% naturale pensato per rimodellare le forme senza intaccare la salute dell’organismo. La sua formulazione infatti, è stata messa a punto da un team di ricercatori ed esperti del mercato, che hanno poi visto il supporto di diversi medici. Inoltre, Ultra Metabolismo è un prodotto notificato al Ministero della Salute, una garanzia da non sottovalutare per quanto riguarda la qualità e l’efficacia.

Ad oggi infatti, il suo regolare consumo ha portato benefici visibili a migliaia di persone, che hanno riscoperto il piacere di guardarsi allo specchio. Ultra Metabolismo è una soluzione pratica, efficace ed economica che ti consente di migliorare il rapporto con il tuo fisico senza chiederti di modificare le tue abitudini.

Spirulina Plus Integratore Funziona: Benefici, Prezzo, Opinioni e Recensione

Spirulina Plus è un integratore alimentare dalla composizione interamente naturale. La sua formulazione è stata messa a punto da un team di esperti del settore per offrire una valida soluzione contro il continuo senso di fame. Tuttavia, come vedremo, i benefici di Spirulina Plus sono molteplici, e ti consentono di modellare la tua forma fisica.

Grazie alla sua composizione, questo integratore è idoneo sia per gli uomini che per le donne, anche in gravidanza. L’efficacia e la qualità di Spirulina Plus sono state testate, garantendo un prodotto valido e sicuro. Ad oggi infatti, sono già migliaia le persone che hanno riscontrato benefici e ottimi risultati grazie al consumo di questo integratore.

Tauro Plus Compresse, Come Funziona, Prezzo, Opinioni e Recensione

Tauro Plus è un integratore alimentare 100% naturale, la cui formulazione è stata studiata per offrire un valido alleato contro l’impotenza sessuale. Questo disagio infatti, è molto comune, e colpisce uomini d’età piuttosto diversa. Tuttavia, è da sottolineare che la maggior parte degli uomini esposti alla disfunzione erettile oltrepassa la cinquantina d’anni. Una situazione di questo genere, correlata ad un’eiaculazione precoce e ad una sensibilità ridotta, incide negativamente sulla vita di coppia. 

Tauro Plus

Ecco perché, qualora ti fossi accorto di soffrire di questi disagi, ti consigliamo di non procrastinare. Gli esperti del settore, insieme ai ricercatori, hanno formulato Tauro Plus, un prodotto che si è già dimostrato la soluzione ideale per migliaia di uomini. 

Poco sale per le articolazioni

a dieta iposodica fa bene, non solo per gli ipertesi: fumare e consumare abitualmente cibi salati sembra raddoppi il rischio di artrite reumatoide.

Secondo uno studio svedese pubblicato sulla rivista Rheumatology seguire una dieta con troppo sale potrebbe far aumentare il rischio di artrite reumatoide nelle persone che fumano. I ricercatori hanno preso in esame 386 persone con artrite reumatoide e un gruppo di controllo con oltre 1.800 persone simili per caratteristiche. Sono state raccolte informazioni sulle abitudini alimentari negli anni che precedevano la comparsa dei sintomi della malattia e informazioni sullo stile di vita: in particolare sul fumo e sull’attività fisica. Dall’analisi dei dati è stata osservata solo nei fumatori una relazione tra elevato consumo di sale e sviluppo di artrite reumatoide. Fumare e consumare abitualmente cibi salati sembra raddoppi il rischio di artrite reumatoide.

Medicina narrativa: la cura basata sul racconto e sull’ascolto

Il professionista sanitario può assistere meglio se ascolta l’esperienza di malattia così come la racconta il paziente

Potrebbe sembrare una questione di buon senso: chi meglio della persona che la vive, una malattia, può raccontarla? Ma da qualche anno non si tratta più solo di buon senso, ma di un ambito organizzato della medicina. In questi giorni, poi, anche l’Istituto Superiore di Sanità ha deciso di dare voce e rilevanza alla medicina narrativa nella ricerca, nella clinica e nell’organizzazione sanitaria.

La salute dei bambini? Il grande ruolo della famiglia

Per puntare alla salute del proprio figlio, genitori e famiglia devono investire sull’educazione a uno stile di vita positivo per alimentazione e attività fisica.  

La famiglia e i genitori in particolare hanno un grande ruolo sullo sviluppo di un approccio positivo alla gestione della propria salute. Niente di nuovo, si potrebbe dire: sì, le novità su questo aspetto della nostra vita non sono molte, ma vale la pena rinforzare il messaggio con alcune regole semplici che da sole, senza altri interventi, possono fare la differenza in termini di salute.

Piperina e Curcuma + KiloKalo: Integratore per Dimagrire e Perdere Peso, Come Funziona e Recesione

Nella guida di oggi andiamo alla scoperta di due integratori ormai molto conosciuti ed apprezzati sul web. Il loro utilizzo quotidiano ti consente di ottenere diversi benefici, sia sulla forma fisica, sia sulla salute dell’organismo. Ad oggi infatti, Bio Curcuma e KiloKalo si sono dimostrati la soluzione ideale per migliaia di persone.

Questi due prodotti, della linea Bioness, sono stati notificati al Ministero della Salute. Ciò significa che è impossibile sviluppare effetti indesiderati o collaterali legati al loro utilizzo. La loro formulazione infatti, è avvenuta da parte di ricercatori del settore, che hanno selezionato solo i migliori ingredienti della natura. Tornare in forma non è mai stato così semplice, e sopratutto salutare.

Keto Bio Kit: BioFit + BioSlim Integratore Dimagrante Brucia Grassi

Keto BioSlim e Keto BioFit sono due integratori alimentari dalla composizione naturale. La loro formulazione infatti, è stata ampiamente studiata da parte di un team di ricercatori ed esperti. Il loro intento era quello di portare sul mercato due prodotti che potessero aiutare le persone nella perdita e nel controllo del peso.

La qualità e le proprietà degli ingredienti infatti, ha consentito a migliaia di uomini e donne di ritrovare la propria forma fisica. Ad oggi, Keto BioSlim e Keto BioFit si sono dimostrati la soluzione ottimale per qualsiasi tipo di esigenza. Come vedremo successivamente, questi due integratori sono stati formulati per agire 24 ore su 24, per darti un sostegno senza sosta.

Educazione alimentare dei bambini per prevenire l’obesità

Una corretta educazione alimentare e il giusto stile di vita previene il rischio di obesità: meglio iniziare da bambini 

I bambini e i ragazzini infatti vanno incoraggiati a fare attività fisica in modo regolare. E’ la conclusione di uno studio recente pubblicato sul Journal of Pediatricsche ha preso in esame circa 420 bambini (maschi e femmine) dagli 8 ai 15 anni. Dall’analisi dei dati è emerso che i bambini che facevano più attività fisica avevano una percentuale di massa grassa inferiore. Secondo i ricercatori i genitori dovrebbero cercare di non lasciare per troppo tempo i bambini davanti al televisore ma dovrebbero anche spingerli a fare attività fisica soprattutto da piccoli.

Diabete, gestirlo a casa

Poche pagine corredate di schemi facili da usare e immagini immediatamente comprensibili caratterizzano l’opuscolo realizzato da Associazione Diabete Italia per la gestione a casa della persona affetta da diabete.

Lo scopo delle istruzioni contenute nell’opuscolo è quello di facilitare chi si prende cura della persona malata nella gestione delle risorse e dell’organizzazione dell’ambiente, elementi importanti da considerare per garantirle la migliore qualità di vita possibile. 

Diabete e attività fisica

L’attività fisica aiuta a tenere sotto controllo il diabete, prevenire le complicanze e sentirsi bene.

Praticare dello sport, anche solo un’attività fisica moderata, secondo gli esperti è molto utile. Le ragioni sono numerose; eccone alcune:

  • mantenere il peso corretto e una buona forma fisica;
  • tonificare la muscolatura;
  • mantenere entro i valori normali pressione arteriosa e frequenza cardiaca;
  • mantenere i valori della glicemia entro i limiti indicati dallo specialista;
  • aumentare il senso di benessere.

Curare l’ipocondria

Uno studio inglese ha preso in esame 440 persone che hanno un’ansia immotivata per il proprio stato di salute e ha valutato che effetti possa avere per loro una terapia psicologica.

Uno studio inglese ha preso in esame 440 ipocondriaci, persone che hanno un’ansia immotivata per il proprio stato di salute, e ha valutato che effetti possa avere per loro una terapia psicologica di tipo cognitivo comportamentale.

Botulismo: ancora se ne muore

Di botulismo ancora si muore. Ecco quali accortezze seguire 

Poco meno di un mese fa l’ultimo decesso dovuto al botulismo si è registrato a Fiumicino. Il botulismo è una situazione di intossicazione grave dell’organismo, causata da una tossina prodotta dal batterio Clostridium botulinum, normalmente rintracciabile nel suolo, in grado di vivere in assenza di ossigeno e capace di produrre spore che possono resistere all’ambiente esterno indipendentemente dalle condizioni climatiche e anche per lunghi periodi. Vivendo nel terreno, i prodotti vegetali possono entrare in contatto con questo batterio e, se non opportunamente lavati e trattati, possono portare con sé le sue spore nel barattolo.

Bambini: lo sport è importante

Il movimento nei bambini è importante, via libera a passeggiate, corse all’aria aperta, giochi

Quando si comincia la scuola, dai 6 anni in poi i bambini trascorrono molte ore dietro il banco, a casa poi passano altro tempo seduti per fare i compiti e, finiti quelli a guardare la tv, o al computer: questo tempo in parte necessario, nasconde un grosso rischio, quello della sedentarietà.

Bambini italiani: nuove abitudini alimentari

La dieta mediterranea sembra non caratterizzare più le abitudini alimentari di molti bambini italiani.

Sebbene l’Italia sia la patria della dieta mediterranea e sebbene si parli molto degli effetti benefici della dieta mediterranea sulla salute: le abitudini alimentari di molti bambini italiani si discostano da quelle tradizionali.Uno studio recente ha infatti analizzato le abitudini alimentari di oltre 16.220 bambini tra i due e i nove anni di età e le loro caratteristiche (peso, altezza, circonferenza addominale).

Arrivano gli ospedali di comunità, gestiti dagli infermieri

E’ stato formalizzato un Regolamento che definisce i nuovi standard qualitativi, strutturali, tecnologici e quantitativi relativi all’assistenza ospedaliera, già previsto dalla spending review del 2012.  

Tra le novità importanti si registra una diminuzione di 3.000 letti in base ai nuovi standard del 3 per mille per gli acuti e dello 0,7 per mille per la lungodegenza e riabilitazione. Anche le case di cura privaterientrano in questa revisione: infatti dal 1 gennaio 2017 non potranno più essere accreditate quelle con meno di 60 letti per acuti, tranne per le monospecialistiche, che rientrano invece nella definizione della Regione di appartenenza.

Anziani, qualche trucco per seguire meglio la terapia

Assumere i medicinali giusti, all’ora giusta, per il tempo indicato, in altri termini prenderli correttamente rispettando le indicazioni del medico è fondamentale per ottenere il beneficio atteso.

Molto spesso le persone anziane devono assumere più farmaci e più volte durante la giornata e il rischio di dimenticarne qualcuna è concreto. Secondo gli esperti però pochi semplici accorgimenti possono ridurre significativamente questo rischio.

Eccone un paio: evitare per quanto possibile di cambiare forma e colore del medicinale. Se cambia la forma, secondo i dati di uno studio presentato a un congresso del National Institutes of Health (Nih), il rischio di interrompere la terapia è pari al 66% mentre se a cambiare il colore questo rischio è intorno al 34%.

Ancora, secondo un’altro studio, è efficace l’uso di un calendario “universale” che divide la giornata in quattro settori: gli studiosi hanno sostituito l’orario di assunzione del medicinale con mattinapomeriggioseraora di andare a letto. Questo permette di evitare dimenticanze, di saltare completamente l’assunzione dei medicinali, di evitare i sovradosaggi, di raggruppare i farmaci da prendere nello stesso arco temporale. Secondo gli autori dello studio, l’80% delle persone anziane fatica a capire che può prendere due farmaci insieme se uno va assunto ogni 12 ore e l’altro due volte al giorno e anche quando due medicinali hanno lo stesso orario di assunzione, un terzo dei pazienti non li prende insieme.

La somministrazione di insulina

L’insulina è un ormone prodotto dal pancreas, necessario per il metabolismo di grassi, carboidrati e zuccheri. Chi soffre di diabete mellito non è in grado di produrre quantità sufficienti di insulina (come accade nel diabete di tipo 1, più frequente nel giovane), oppure le sue cellule non sono in grado di utilizzare l’ormone prodotto (come accade soprattutto nel diabete di tipo 2, più frequente nell’adulto e dell’anziano).
In molti casi di diabete è necessario somministrare l’insulina tramite iniezioni sottocutanee. Questa Guida vuole dare indicazioni su come gestire la somministrazione di insulina nella vita quotidiana e in particolare, vuole rispondere ai seguenti quesiti:

1. In quali casi di diabete occorre somministrare l’insulina?
2. Quali tipi di insulina sono disponibili?
3. Come va effettuata l’iniezione di insulina?
4. Come va conservata l’insulina?
5. Quali sono gli effetti negativi associati alla somministrazione di insulina?

Prevenire il melanoma e altri tumori

Il Ministero della Salute ha aperto un nuovo portale d’informazione per la prevenzione dei tumori della pelle

La mia pelle, questo è il nome del portale, è nato per far conoscere ai cittadini i modi più corretti per proteggersi dal melanoma e dagli altri tumori della pelle.Ma che cosa è il melanoma?Il melanoma della pelle è un tumore maligno che prende origine dalle cellule che producono la melanina.

Trasfusioni di sangue

In Italia la pratica della trasfusioni è ormai sicura: per ridurre i rischi il Decreto ministeriale del 2005 disciplina le attività trasfusionali, definendo una procedura che ricomprende tutte le fasi che vanno dalla donazione all’inoculazione del sangue intero o degli emocomponenti.
Nonostante sia una procedura sicura, la trasfusione di sangue rimane una pratica percepita spesso come rischiosa. Questa Guida vuole aiutare a comprendere che cosa ci si deve aspettare prima e dopo la trasfusione e quali sono i rischi.
In particolare questa Guida risponde ai seguenti quesiti:

1. Che cos’è una trasfusione di sangue?
2. Quali sono i componenti del sangue?
3. Chi ha bisogno di una trasfusione di sangue?
4. Che cosa viene fatto prima di procedere alla trasfusione?
5. Quali sono i rischi della trasfusione?
6. Come si deve fare per donare il sangue?

FootFix per l’Alluce Valgo: Come Funziona, Prezzo, Recensione e Opinioni

Il problema dell’alluce valgo è piuttosto diffuso, e molto spesso arriva a sviluppare un livello d’infiammazione tale da non consentire più lo svolgimento di quelle attività che potremmo definire comuni e normali. Tuttavia, la maggior parte delle persone desidera provare metodi alternativi all’operazione chirurgica, che non è sicuramente una passeggiata. Per questo motivo è stato inventato FootFix, un tutore comodo e pratico che ti consente di ridurre l’infiammazione locale e di tornare alla qualità di vita precedente.

Varikostan Crema Gel per le Vene Varicose: Prezzo, Come si Acquista, Recensioni e Opinioni

Varikostan è una crema composta solamente da ingredienti naturali, la cui formulazione è stata sviluppata dietro ad uno studio approfondito da parte di un team di ricercatori esperti. I suoi principi attivi ti consentono di combattere il problema delle vene varicose alla radice, dando risultati visibili già dopo le prime applicazioni. Lo sviluppo delle vene varicose infatti, inizia dai tessuti interni, ed è per questo che è essenziale trattarle con un prodotto che agisce in profondità.

Varikostan: ingredienti e composizione

Gli ingredienti che sono stati selezionati con il fine di portare sul mercato un prodotto innovativo ed efficace sono essenzialmente sette, ognuno dei quali svolge un’azione specifica per contrastare le vene varicose. Vediamoli insieme:

Bagnetto del neonato: come fare

l bagnetto del neonato può aiutare a creare il legame madre-figlio

La prima volta che si fa il bagnetto al proprio bambino neonato si può rischiare davvero di sudare sette camice, per il timore, il disagio, il senso di inadeguatezza. Ma vedrete che con un po’ di pratica diventerà un’operazione semplice, quotidiana appunto, insomma un’esperienza piacevole per voi e il vostro bambino.

Quando si può iniziare a fare il bagnetto al neonato?
Fino a quando il moncone ombelicale non è caduto e non si è completamente cicatrizzato, non è opportuno procedere ad un bagnetto del neonato per immersione. In questo periodo, che può durare anche tre settimane, la pulizia completa del corpo del neonato si può effettuare utilizzando una spugnetta umida.

Bambini e sanguinamento dal naso: cosa fare quando succede

La perdita di sangue dal naso (epistassi) nei bimbi è un’evenienza relativamente frequente.

Secondo gli specialisti, infatti, il più delle volte, gli episodi di epistassi sono isolati e si risolvono rapidamente e in modo spontaneo.
In alcuni casi, invece, possono ripetersi con una certa frequenza e essere un limite al normale svolgimento delle attività quotidiane da parte del bambino. 

Tra le cause, a parere degli esperti, vi sono:

I farmaci antinfiammatori non steroidei

I farmaci antinfiammatori non steroidei, chiamati comunemente con l’acronimo FANS, sono tra i farmaci più usati nel mondo per il trattamento del dolore da lieve a moderato, dell’infiammazione e per l’effetto antiaggregante (impedisce alle piastrine di aggregarsi, questo vale solo per l’acido acetilsalicilico).

Va segnalato però che il loro uso, specie se prolungato e ad alto dosaggio, può causare effetti negativi anche gravi. Secondo dati epidemiologici in Inghilterra l’uso di FANS provoca ogni anno circa 2.400 casi di ulcera peptica (dello stomaco o del duodeno).

Questa Guida vuole aiutare i cittadini a conoscere le caratteristiche dei farmaci antinfiammatori non steroidei così da promuoverne un uso più consapevole. In particolare si vuole rispondere ai seguenti quesiti:

1. Che cosa sono i FANS?
2. Come agiscono?
3. Quali sono i possibili effetti negativi associati all’uso dei FANS?
4. In quali casi l’uso dei FANS va evitato?
5. Come si possono prevenire i rischi?

Moncone ombelicale: come pulirlo

Ai neo-genitori le raccomandazioni degli esperti per gestire al meglio la sua caduta naturale

Il cordone ombelicale, reciso alla nascita, lascia un moncone (ombelicale appunto) che cade in genere entro due settimane dal parto, lasciando una protuberanza, destinata poi ad appiattirsi del tutto, che darà luogo all’ombelico dell’adulto. Fino a quando il moncone ombelicale non si seccherà completamente, per poi cadere in modo spontaneo, va curata la sua pulizia quotidiana.Prima delle buone regole per gestirlo, facciamo un passo indietro e ricordiamo che il ruolo del cordone durante la gravidanza è essenziale: infatti è attraverso questo condotto che al bambino arriva nutrimento e ossigeno.