Categoria: Malattie

Sesta Malattia: Cos’è, Come si Manifesta e Sintomi, Cause, Diagnosi e Rimedi

La sesta malattia è conosciuta anche con il nome di roseola o roseola infantum. Tuttavia, vengono utilizzate anche le terminologie di esantema critico, esantema subitum, o febbre dei tre giorni per riferirsi a questo tipo di malattia infettiva. Attualmente, l’appellativo sesta malattia è riconducibile all’assenza, in passato, dei vaccini e per questo la tendenza era quella di numerare le malattie contratte dai bambini nel primo periodo di vita. 

Al di là del nome con cui viene identificata, la sesta malattia è una malattia contagiosa tipicamente infantile, in quanto colpisce soprattutto i bambini tra i sei mesi e i due anni di età. Pur trattandosi di una malattia che, nella maggior parte dei casi, si manifesta con dei puntini rossi antiestetici e fastidiosi, in linea di massima non determina complicazioni gravose. 
Si tratta di una malattia appartenente alla stessa famiglia degli herpes, e quindi associabile alla varicella e al più comune herpes labiale. Per questa ragione, esattamente come per la varicella, la trasmissione della malattia avviene attraverso bocca e naso.

Fuoco di Sant’Antonio: Cos’è, Come si Presenta, Cause, Sintomi e Rimedi

Il fuoco di Sant’Antonio è una condizione caratterizzate da un’intensa infiammazione della pelle, come ad esempio l’erisipela o l’ergotismo. L’erisipela è un tipo di infezione da streptococco, di colore rosso vivo; mentre l’ergotismo consiste in una sensazione di bruciore intensamente dolorosa negli arti e nelle altre estremità del corpo, causata dalle ergotamine di un fungo (Claviceps purpurea) che possono contaminare segale e grano.

Il fungo produce le ergotamine, che stringono i vasi sanguigni e fanno contrarre i muscoli dell’utero. In dosi eccessive, le ergotamine sono altamente tossiche e causano sintomi quali allucinazioni, gravi disturbi gastrointestinali e cancrena secca. L’avvelenamento da ergot cronico (ergotismo) fu diffuso durante il Medioevo a causa del consumo di segale contaminata. L‘incidenza del fuoco di Sant’Antonio aumentò notevolmente per ragioni sconosciute alla fine degli anni ’80.