Categoria: Losaiche

Bambini: lo sport è importante

Il movimento nei bambini è importante, via libera a passeggiate, corse all’aria aperta, giochi

Quando si comincia la scuola, dai 6 anni in poi i bambini trascorrono molte ore dietro il banco, a casa poi passano altro tempo seduti per fare i compiti e, finiti quelli a guardare la tv, o al computer: questo tempo in parte necessario, nasconde un grosso rischio, quello della sedentarietà.

Bambini italiani: nuove abitudini alimentari

La dieta mediterranea sembra non caratterizzare più le abitudini alimentari di molti bambini italiani.

Sebbene l’Italia sia la patria della dieta mediterranea e sebbene si parli molto degli effetti benefici della dieta mediterranea sulla salute: le abitudini alimentari di molti bambini italiani si discostano da quelle tradizionali.Uno studio recente ha infatti analizzato le abitudini alimentari di oltre 16.220 bambini tra i due e i nove anni di età e le loro caratteristiche (peso, altezza, circonferenza addominale).

Arrivano gli ospedali di comunità, gestiti dagli infermieri

E’ stato formalizzato un Regolamento che definisce i nuovi standard qualitativi, strutturali, tecnologici e quantitativi relativi all’assistenza ospedaliera, già previsto dalla spending review del 2012.  

Tra le novità importanti si registra una diminuzione di 3.000 letti in base ai nuovi standard del 3 per mille per gli acuti e dello 0,7 per mille per la lungodegenza e riabilitazione. Anche le case di cura privaterientrano in questa revisione: infatti dal 1 gennaio 2017 non potranno più essere accreditate quelle con meno di 60 letti per acuti, tranne per le monospecialistiche, che rientrano invece nella definizione della Regione di appartenenza.

Anziani, qualche trucco per seguire meglio la terapia

Assumere i medicinali giusti, all’ora giusta, per il tempo indicato, in altri termini prenderli correttamente rispettando le indicazioni del medico è fondamentale per ottenere il beneficio atteso.

Molto spesso le persone anziane devono assumere più farmaci e più volte durante la giornata e il rischio di dimenticarne qualcuna è concreto. Secondo gli esperti però pochi semplici accorgimenti possono ridurre significativamente questo rischio.

Eccone un paio: evitare per quanto possibile di cambiare forma e colore del medicinale. Se cambia la forma, secondo i dati di uno studio presentato a un congresso del National Institutes of Health (Nih), il rischio di interrompere la terapia è pari al 66% mentre se a cambiare il colore questo rischio è intorno al 34%.

Ancora, secondo un’altro studio, è efficace l’uso di un calendario “universale” che divide la giornata in quattro settori: gli studiosi hanno sostituito l’orario di assunzione del medicinale con mattinapomeriggioseraora di andare a letto. Questo permette di evitare dimenticanze, di saltare completamente l’assunzione dei medicinali, di evitare i sovradosaggi, di raggruppare i farmaci da prendere nello stesso arco temporale. Secondo gli autori dello studio, l’80% delle persone anziane fatica a capire che può prendere due farmaci insieme se uno va assunto ogni 12 ore e l’altro due volte al giorno e anche quando due medicinali hanno lo stesso orario di assunzione, un terzo dei pazienti non li prende insieme.

Prevenire il melanoma e altri tumori

Il Ministero della Salute ha aperto un nuovo portale d’informazione per la prevenzione dei tumori della pelle

La mia pelle, questo è il nome del portale, è nato per far conoscere ai cittadini i modi più corretti per proteggersi dal melanoma e dagli altri tumori della pelle.Ma che cosa è il melanoma?Il melanoma della pelle è un tumore maligno che prende origine dalle cellule che producono la melanina.

Bagnetto del neonato: come fare

l bagnetto del neonato può aiutare a creare il legame madre-figlio

La prima volta che si fa il bagnetto al proprio bambino neonato si può rischiare davvero di sudare sette camice, per il timore, il disagio, il senso di inadeguatezza. Ma vedrete che con un po’ di pratica diventerà un’operazione semplice, quotidiana appunto, insomma un’esperienza piacevole per voi e il vostro bambino.

Quando si può iniziare a fare il bagnetto al neonato?
Fino a quando il moncone ombelicale non è caduto e non si è completamente cicatrizzato, non è opportuno procedere ad un bagnetto del neonato per immersione. In questo periodo, che può durare anche tre settimane, la pulizia completa del corpo del neonato si può effettuare utilizzando una spugnetta umida.

Bambini e sanguinamento dal naso: cosa fare quando succede

La perdita di sangue dal naso (epistassi) nei bimbi è un’evenienza relativamente frequente.

Secondo gli specialisti, infatti, il più delle volte, gli episodi di epistassi sono isolati e si risolvono rapidamente e in modo spontaneo.
In alcuni casi, invece, possono ripetersi con una certa frequenza e essere un limite al normale svolgimento delle attività quotidiane da parte del bambino. 

Tra le cause, a parere degli esperti, vi sono:

Moncone ombelicale: come pulirlo

Ai neo-genitori le raccomandazioni degli esperti per gestire al meglio la sua caduta naturale

Il cordone ombelicale, reciso alla nascita, lascia un moncone (ombelicale appunto) che cade in genere entro due settimane dal parto, lasciando una protuberanza, destinata poi ad appiattirsi del tutto, che darà luogo all’ombelico dell’adulto. Fino a quando il moncone ombelicale non si seccherà completamente, per poi cadere in modo spontaneo, va curata la sua pulizia quotidiana.Prima delle buone regole per gestirlo, facciamo un passo indietro e ricordiamo che il ruolo del cordone durante la gravidanza è essenziale: infatti è attraverso questo condotto che al bambino arriva nutrimento e ossigeno.

Latte materno: come conservarlo

Conservare il latte materno è semplice e comodo: basta seguire alcune regole rispetto ai contenitori da utilizzare, oltre a come e dove conservarlo. Finché sarete in ospedale vi aiuterà il personale sanitario, ma a casa dovrete essere autonomi a gestire la conservazione. Ecco come organizzarsi, precisandovi che nel caso di neonati pretermine dovrete parlare prima col vs pediatra o con la vostra ostetrica perché vengono richieste delle precauzioni aggiuntive. 

Ricordatevi dell’igiene delle maniLavatevi sempre le mani con acqua e sapone prima di spremervi il latte, o usare il tiralatte, o i contenitori per la conservazione. Il latte materno, nonostante contenga gli anticorpi materni per proteggere il vostro bambino, se manipolato in modo non corretto può essere fonte di infezione. Lavarsi le mani è semplice e veloce, ma anche essenziale.Che  contenitore va usato per conservare il latte materno?Potete conservate il latte spremuto in un contenitore pulito di vetro o di plastica dura con il tappo. Scegliete anche contenitori per alimenti, di piccole dimensioni, se li avete  già in casa, a patto che li abbiate lavati accuratamente con acqua calda e sapone o tramite lavapiatti.

Prepararsi a un intervento chirurgico: doccia e tricotomia

Quando si deve affrontare un intervento chirurgico è richiesta una preparazione accurata per prevenire infezioni e altre complicanze. Ecco le istruzioni per rendere efficace la doccia preoperatoria e la tricotomia.

Per molti interventi chirurgici è prevista una preparazione specifica preoperatoria. L’infermiere del servizio chirurgico darà istruzioni su come effettuarla per garantirne l’efficacia.